lunedì 9 giugno 2014

Le tre "S": Sostenibilità, Solidarietà e Sociale

La nostra idea di azienda non si limita al perseguimento degli obiettivi di mercato ma vuole abbracciare anche una nuova cultura del fare impresa dove le iniziative legate alla sostenibilità, alla solidarietà e al sociale trovano sempre maggiore spazio.
Per fare questo scegliamo accuratamente i nostri partner instaurando collaborazioni con imprese che a loro volta condividono la nostra filosofia aziendale e pro-sociale.

Un'azienda che sicuramente rispecchia questi valori è l'Arredo3 di Scorzè (VE)  specializzata nella produzione di cucine, da sempre all'avanguardia nel design e nella ricerca di nuovi materiali con una particolare attenzione al rispetto per l'ambiente e alla salvaguardia della salute delle persone. Non a caso l'azienda è stata fra le prime in Italia ad aver aderito al Consorzio Italiano del Pannello Ecologico utilizzando per la propria produzione pannelli di elevata qualità realizzati interamente in legno riciclato e manifestando in anticipo sui tempi la volontà di produrre mobili di design impiegando materiali sostenibili.

Alla scelta del Pannello Ecologico si aggiunge l'utilizzo di vernici prive di emissioni tossiche e di pannelli a bassissima emissione di formaldeide certificati CARB.
Arredo3 si fa inoltre portatrice di un approccio etico nell'impiego di energie rinnovabili a impatto ambientale zero e infatti l'alimentazione delle sue linee di produzione altamente tecnologiche è affidata a impianti fotovoltaici da 600 Kwh che sino ad oggi hanno prodotto 1.092 MWh di energia pulita.

In questo contesto di attenzione e rispetto verso l'ambiente si inserisce un'altro tassello a noi molto caro, il sostegno alle  persone più deboli: i malati e i bambini.
Da alcuni anni Arredo3 fornisce il proprio appoggio a iniziative culturali e sportive organizzate a scopo solidale, testimoniate dai contributi al finanziamento di progetti scientifici finalizzati alla ricerca sulle malattie neuroplastiche e l'impegno nell'assistenza ai bambini in difficoltà in collaborazione con le fondazioni "Città della Speranza" e "I Bambini delle Fate".




Outlet Arreda si pone come l'anello finale di questa catena solidale, quell'anello che permette di unire un percorso produttivo fatto di solidarietà, sostenibilità ambientale e impegno sociale all'esigenza del consumatore che vuole arredare casa con mobili di qualità.

martedì 18 marzo 2014

Falmec: le cappe più silenziose al mondo

Falmec produce le cappe aspiranti più silenziose al mondo grazie al sistema brevettato NRS acronimo di Noise Reduction System.

Falmec ricerca continuamente soluzioni e tecnologie che riducano la rumorosità dei prodotti e l'inquinamento acustico migliorando il comfort di utilizzo delle cappe aspiranti.
Più efficienza, miglior impiego della potenza, meno rumore e minori consumi, questa è l'equazione Falmec che permette di produrre risultati positivi.

Il sistema brevettato NRS, sviluppato da Falmec in collaborazione con laboratori specializzati nello studio della fluidodinamica e nell'applicazione di materiali fonoassorbenti, ha permesso all'azienda veneta di raggiungere risultati che fino a poco tempo fa erano impensabili.

In particoloare lo studio della fluidodinamica eseguito con software altamente innovativi applicati al prodotto cappa e al suo intero sistema di aspirazione, ha permesso a Falmec di raggiungere un ottimale convogliamento dei flussi d'aria eliminando ogni tipo di turbolenza e resistenza, cause principali della rumorosità

L'utilizzo combinato di nuovi materiali studiati per per poter contenere la naturale rumorosità prodotta dal semplice movimento dell'aria hanno permesso di ottenere un ulteriore abbattimento dell'inquinamento acustico e ottenere così il massimo benessere in cucina realizzando le cappe più silenziose al mondo.

Il sistema NRS permette di raggiungere risultati fenomenali con appena 42dB (A) di rumore per una portata di 500 mc/h, da confrontare ai 58 dB (A) medi di una cappa standard. Considerando che la percezione della rumorosità ha un andamento esponenziale e che a una riduzione di 3 dB corrisponde un dimezzamento della rumorosità è facile intuire quanto possano essere silenziose le cappe Falmec con una riduzione di ben 16 dB... in pratica non si sentono.

Di seguito il video di Falmec che presenta la tecnologia brevettata NRS mettendo a confronto due cappe: una standard e una silence dotata di NRS.


giovedì 20 febbraio 2014

Nuova carta da parati


  
La carta da parati è ritornata e lo ha fatto nel migliore dei modi.

La carta da parati consente di dare un tocco di orginialità alla nostra casa con costi che sono tuttosommato abbordabili, soprattutto se paragonati ai costi che si dovrebbero sostenere per far dipingere una parete da un decoratore.

Le carte da parati moderne offrono una vasta gamma di soluzioni che permettono di arredare ambienti dal design ultramoderno o ambienti più classici con richiami al legno, alla natura o alle texture più tradizionali.

La scelta della carta da parati va inserita in un contesto più ampio di progettazione d'interni, sia che si tratti di una nuova stanza, sia che si tratti di rinfrescare una parte della casa che era già arredata. L'impatto visivo della carta da parati è molto forte e dà una connotazione ben precisa alla stanza quindi è importante scegliere con attenzione il rivestimento delle pareti e legare sempre questa scelta ai mobili che utilizzeremo per arredare la stanza.

Il legame tra carta da parati e mobili è estremamente forte ed entrambi contribuiscono in maniera significativa ad arredare la stanza creando ambienti di tendenza, caldi, creativi o ultramoderni.

Di seguito vi proponiamo alcune carte da parati di Wall e Decò.

Carta da parati per cameretta

Carta da parati moderna
Carta da parati floreale


Carta da parati vetrata
 Carta da parati moderna


Carta da parati cassetti

Carta da parati legno

Carta da parati moderna

Carta da parati cucina

venerdì 14 febbraio 2014

Libreria design: tre proposte d'arredo

Da libreria a libreria design il passo è breve, più breve di quanto si pensi.

La libreria è uno degli oggetti d'arredo che più si presta alla rivisitazione in chiave design grazie alla sua essenzialità di base che può essere ridisegnata all'infinito per creare ogni volta una libreria dal design nuovo e innovativo.

Il concetto stesso di libreria si fonda su un solo ed unico punto cardine: deve contenere dei libri.
Tutto il resto è pura fantasia e allora ecco che nascono le librerie curve, in materiale plastico, in legno, in metallo, a onde, verticali, orizzontali, colorate, sbieche, arrotondate, squadrate...

Outletarreda ha selezionato per voi tre librerie design componibili che offrono ampio spazio alla personalizzazione grazie alle numerose finiture disponibili e alla possibilità di modulare forme e dimensioni in base allo spazio che c'è a disposizione e all'uso che se ne vuole fare.


Libreria design in metallo laccato



Libreria design metallo



Questa libreria dal design innovativo è composta da una serie di mensole in metallo curvato e laccato unite tra loro per creare dei giochi di forme e spazi in cui è possibile riporre libri e complementi d'arredo.
L'installazione della libreria può essere orizzontale, come nell'immagine qui sopra, oppure verticale e grazie alla componibilità offerta dalle singole mensole è possibile creare librerie di qualsiasi dimensione.
Ogni mensola libreria è disponibile in undici differenti colori permettendo così di creare inserti colorati o librerie monocromo da abbinare all'arredamento circostante.

Libreria design bifacciale



Libreria design per open space


La libreria moderna presentata nell'immagine qui sopra ha un design bifacciale e si presta ad essere posizionata in ambienti open space dove è richiesta una libreria rifinita su tutti e quattro i lati.
La componibilità è massima, infatti ciascun modulo è una struttura portante che basta a sè stessa e quindi si possono creare librerie alte fino al soffitto o più basse sovrapponendo solo due moduli alla volta creando così un pratico piano d'appoggio.
Questa libreria si distingue per il design semplice dei propri elementi caratterizzati dal bordo inclinato a 45° e una paratia divisoria obliqua presente in ciascun elemento.

Libreria design con elementi irregolari


Libreria design componibile


La libreria pensile rappresentata nella fotografia è anch'essa componibile poichè realizzata sovrapponendo due elementi libreria con design a forma di cubo irregolare.

Il design di questa libreria è tanto semplice quanto efficace poichè le mensole sporgenti hanno una doppia funzione estetica e pratica, estetica perchè donano forza e movimento al mobile, pratica perchè ogni centimetro può essere utilizzato per appoggiare i propri libri o complementi d'arredo.
Anche in questo caso la componibilità è massima poichè i cubi libreria si possono installare a parete come elementi singoli distanziati tra loro, affiancati orizzontalmente per creare file di libreria a qualsiasi altezza, sovrapposti per creare librerie a colonna come quella dell'immagine.

giovedì 30 gennaio 2014

Soggiorno moderno: essenza legno e laccato

Arredare il soggiorno moderno è un gioco di forme, materiali e colori che l'arredatore saprà utilizzare al meglio per creare il vostro mobile su misura.

L'essenza dei soggiorni moderni risiede nelle linee tese dei singoli mobili che andranno a comporre la parete, spigoli vivi, forme rigorose, design minimal dove anche una maniglia può essere di troppo rompendo la geometria perfetta dei singoli elementi.

L'abbinamento di finiture differenti come per esempio elementi in essenza a poro aperto affiancati a elementi laccati, consente di creare composizioni di mobili su misura sempre diversi e progettati ad hoc per l'ambiente circostante.
Se per esempio dobbiamo realizzare la parete soggiorno in una zona living con pavimento e soffitto in legno, magari basso o spiovente, è preferibile un mobile laccato con tonalità chiare che diano luce alla stanza e maggiore risalto al legno circostante. Ecco allora che prendono forma pareti soggiorno bianche con finitura laccato opaco o lucido e un mixi di elementi a terra e sospesi

Mobile soggiorno bianco laccato opaco
Soggiorno moderno bianco laccato opaco con inserti in essenza che richiamano il soffitto in legno.

Se invece la parete soggiorno si andrà ad inserire in un contesto ultramoderno o minimal allora possiamo spaziare maggiormente con la fantasia optando per un mobile più caldo con elementi in essenza a poro aperto che ammorbidiscono il carattere della stanza oppure rafforzare lo stile minimal con elementi di design caratterizzati da finiture laccate e inserti in metallo colorato come nelle immagini proposte di seguito.

Soggiorno design tutto sospeso
Mobile soggiorno moderno con elementi in metallo laccato, tutto sospeso.

Soggiorno moderno laccato lucido
Mobile soggiorno moderno laccato con porta-Tv a terra ed elementi sospesi.

Soggiorno moderno legno e laccato
Soggiorno moderno con porta TV in legno e pensili con inserti in metallo laccato.


Acquista il tuo soggiorno moderno nel nostro e-Shop, potrai scegliere tra decine di mobili oppure contattarci per richiedere una progettazione su misura con render fotorealistico.



venerdì 24 gennaio 2014

Mobili oltre la marca

Acquistare un mobile o un'arredamento completo andando oltre la marca significa risparmiare denaro senza rinunciare nè alla qualità nè al design.

Il concetto è molto semplice. Se è vero che un prodotto di marca spesso ci garantisce un livello di qualità noto è anche vero che la riconoscibilità del marchio, gli investimenti in marketing e comunicazione e tutte le attività finalizzate a valorizzare il marchio stesso hanno un costo che arriva dritto dritto al prezzo finale facendo sì che a pari qualità un mobile di marca costi più di un prodotto  no-name, oppure a parità di prezzo un mobile di marca può avere una qualità inferiore rispetto a quella di un prodotto no-name.

In Italia esistono infinite alternative alle marche perchè esistono un'infinità di produttori e rivenditori che producono e vendono mobili di assoluta qualità con finiture raffinate e una modularità così elevata da rendere possibile qualsiasi soluzione su misura a prezzi molto più bassi rispetto ai fratelli di marca.


Comò finitura foglia oro, argento e rame

Il prezzo più basso dei mobili - made in italy - no-name è solo uno degli aspetti che li rendono preferibili ai mobili dei marchi più blasonati perchè a pensarci bene una casa arredata con prodotti che si presentano al di fuori del mainstream ci consente di creare qualcosa di veramente nostro che risponda alle nostre esigenze estetiche e pratiche.


 



Cucina su misura laccataInoltre, poichè i mobili no-name costano meno è chiaro che a parità di spesa ci si può permettere  l'acquisto di un prodotto di qualità superiore investendo laddove ne valga veramente la pena. Per esempio acquistando una cucina su misura si può optare per un top che ci garantisca migliori performance nel tempo, magari in Corian o quarzo, oppure si può investire sugli elettrodomestici optando per soluzioni più efficienti che garantiscano prestazioni migliori e consumi più bassi o ancora si può soddisfare il proprio ego creando composizioni più accattivanti e con finiture di qualità superiore.

Uscire dal mondo delle marche permette di ottenere qualcosa in più in temini di qualità, personalizzazione e finiture.

Parete soggiorno su misura design minimal laccato

mercoledì 15 gennaio 2014

Dormire sano con il giusto posto letto

Il sonno è un momento fondamentale della nostra vita che consente al fisico di recuperare le energie spese durante il giorno e ci mette in condizione di affrontare una nuova giornata con tutta la forza, l'energia e l'entusiasmo di cui siamo capaci.

Insieme ad altri aspetti basilari del vivere sano come, per esempio, seguire una dieta equilibrata e condurre uno stile di vita attivo, il sonno contribuisce in modo importante a migliorare la nostra qualità di vita e per questo motivo bisogna dedicargli la giusta attenzione considerando che circa un terzo della nostra esistenza lo passiamo a letto, dormendo.

Di seguito troverete alcuni suggerimenti che pensiamo vi possano aiutare a creare il giusto posto letto tenendo sempre presente che non è sufficiente un buon materasso per avere un buon posto letto.
Nei prossimi mesi seguiranno altri post più specifici dedicati ai materassi a molle insacchettate, materassi in lattice, memory e altri argomenti specifici che meritano un approfondimento.

Letto matrimoniale moderno bianco frassinoIl letto
Il letto (giroletto, testiera e pediera) dovrebbe essere preferibilmente in legno o derivati del legno come microlegno o pannello ecologico e quindi consigliamo di evitare i letti in ferro perchè il metallo è un ottimo conduttore di onde elettromagnetiche e potrebbe amplificare la trasmissione delle onde che provengono naturalmente dal sottosuolo, disturbando il sonno dei soggetti più sensibili.

Il piano ortopedico
Reti a doghe
Il piano ortopedico deve essere in grado di fornire un sostengo semirigido uniforme che sostenga il peso del corpo e consenta una circolazione d'aria costante all'interno del materasso.
La rete a doghe ortopedica va bene purchè le doghe non siano troppo larghe e consentano la circolazione dell'aria all'interno del materasso (evitare le reti a doghe larghe). Per i materassi in lattice è meglio una rete con doghe sottili montate su ammortizzatori che consentono una migliore areazione e flessione del materasso.

Guanciali ortocervicaliIl guanciale
Il guanciale influisce sulla postura di spalle e collo e deve consentire di mantenere le vertebre cervicali perfettamente dritte quando siamo stesi su un fianco, leggermente rialzate quando siamo supini (stesi a pancia in su). Quindi il guanciale non deve essere troppo voluminoso perchè solleverebbe eccessivamente la testa ma nemmeno troppo sottile perchè non sarebbe in grado di sostenere la nuca.
Spesso un guanciale non corretto può causare, o accentuare, dolori cervicali.

Il materasso
Materassi molle insacchettate indipendentiInnanzitutto non è vero che i materassi in lattice o in memory siano i migliori o che vadano sempre bene per tutti, ogni materasso ha pro e contro che devono essere valutati e ponderati attentamente.
Quando si acquista un materasso bisogna considerare innanzitutto il peso di chi ci dovrà dormire e quindi più la persona è pesante più il materasso dovrà essere rigido per sostenere meglio il peso che grava su di esso.
Chi preferisce dormire su un materasso rigido dovrà optare forzatamente per una soluzione a molle, invece chi preferisce il morbido dovrà valutare le molle insacchettate, i water foam, i materassi in lattice e i memory.
Materassi in memory e water foamSe l'ambiente è umido o chi dormirà sul materasso perde molti liquidi durante il sonno (mediamente una persona adulta perde 500/800 gr ogni notte) è meglio optare per un materasso traspirante e ventilato quindi è preferibile una soluzione a molle. Infatti materassi in lattice, water foam o memory sono meno traspiranti di un materasso a molle e quindi meno adatti a smaltire calore e umidità divenendo così facili prede di muffe e batteri, se non vengono arieggiati frequentemente.

Imbottitura e rivestimento 
Imbottitura e rivestimento sono le due componenti del materasso maggiormente responsabili del comfort climatico e quindi vanno considerati in relazione al tipo di materasso selezionato. Nei materassi a molle è importante la presenza di un lato estivo con fibre rinfrescanti quali il cotone, il bamboo o il lino e uno invernale con lana di qualità come per esempio la mohair o il cachemire.
Nei materassi in lattice, memory o water foam sono preferibili imbottiture naturali e rinfrescanti (soprattutto per il memory!) che aiutino a contrastare la minore aerazione del massello mantenendo un piano d'appoggio asciutto e fresco.
Infine per quanto riguarda i rivestimenti sono da preferire quelli sfoderabili e che siano, a seconda delle necessità, antibatterici, rinfrescanti, antistatici e resistenti.


Potrete trovare maggiori informazioni visitando la sezione Centro del sonno presente nel nostro e-Shop con pagine dedicate ai materassi in lattice e schiume innovative, i materassi a molle, imbottiture e rivestimenti.

venerdì 10 gennaio 2014

Confermato il bonus mobili al 50% per il 2014



Il bonus mobili che permette di detrarre il 50% della spesa sostenuta per l'acquisto di mobili è stato prorogato fino al 31/12/2014.

La proroga del bonus mobili ha mantenuto invariati i termini e le condizioni indicate nel 2013 e che potete ritrovare nel post Bonus Mobili detrazione 50% per l'acquisto di nuovi arredi  o visitando il sito internet ufficiale www.bonusmobili.it curato da federlegnoarreda, federmobili e angaisa.

Il bonus mobili è un'agevolazione fiscale che consente di detrarre dal pagamento dell'IRPEF il 50% delle spese sostenute per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe A+ (o A nel caso si tratti di forni elettrici) se questi vanno ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

Tale agevolazione consente quindi di detrarre dalla dichiarazione dei redditi un massimo di 5.000 euro in 10 anni oppure, nel caso in cui la spesa sostenuta sia inferiore a 10.000 euro, il 50% dell'importo speso per acquistare mobili o elettrodomestici.

Chi sono i beneficiari del bonus mobili?


Il “bonus mobili” spetta ai contribuenti che fruiscono della detrazione fiscale 50%, per aver sostenuto spese riguardanti il recupero del patrimonio edilizio e che sono assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche.
Non è quindi possibile usufruire di tale detrazione se l'immobile da arredare non è stato oggetto di ristrutturazione.

E' importante ricordare che l'importo di 10.000 euro è aggiuntivo rispetto ai 96.000 euro considerati per la detrazione delle spese di ristrutturazione, ciò significa che complessivamente si possono detrarre spese pari al 50% di 106.000 euro.

Le spese per gli interventi edilizi che consentono l’accesso al Bonus Mobili devono essere sostenute nel periodo che intercorre dal 26 giugno 2012 (data di entrata in vigore dell’art. 11 del “Decreto Legge 83/2012 sulle Detrazioni per interventi di ristrutturazione e di risparmio energetico”) al 31 dicembre 2014.
 
Ricordiamo che tutti i mobili offerti da Outletarreda e e-Shop by Outletarreda consentono l'accesso al bonus mobili.


martedì 3 dicembre 2013

Specchi da bagno con lettore MP3 luci a LED e antiappannamento

Avete mai pensato di completare l'arredamento del vostro bagno con uno specchio che sia molto più di uno specchio, un concentrato di design, tecnologia, estetica e praticità... insomma quello che gli anglofoni definirebbero uno specchio cool?

Uno specchio è uno specchio, direte voi, cosa può avere in più degli altri per essere speciale? Quali possono essere i segreti che rendono uno specchio da bagno diverso da un qualsiasi altro specchio da bagno?

Innanzitutto uno specchio cool non si appanna. Che senso ha avere uno specchio in bagno se poi, basta una doccia o un bel bagno caldo per appannarlo e renderlo perfettamente inutile?
Gli specchi che vi presentiamo in questo post sono tutti dotati di sistema antiappannamento, una tecnologia molto semplice che permette di mantenere sempre limpido il vostro specchio anche dopo una doccia calda, basta attivare l'antiappannamento prima di entrare in doccia e il gioco è fatto!

Gli specchi che vi proponiamo sono tutti retroilluminati con LED a basso consumo oppure con lampade al neon e in entrambi i casi sono dotati di interruttore a infrarossi. Nelle versioni a LED l'interruttore permette anche di regolare l'intensità della luce per adattarla alle condizioni di luminosità ambientale.
Retroilluminazione a LED o al neon significa riduzione dei consumi e sicurezza perchè sono entrambe delle luci fredde che non compromettono la stabilità del vetro, anche se dovessero rimanere accese per parecchio tempo.


http://shop.outletarreda.com/bagno-lavanderia/specchi-da-bagno/specchio-design-con-doppi-led-verticali-radio-e-orologio-art-190.html


Quello che vi presentiamo qui sopra è uno specchio dal design raffinato ed elegante, retroilluminato con doppie file di LED verticali per ciascun lato e LED a diffusione sul fondo per illuminare anche la zona sotto lo specchio.
Viene fornito di serie con lettore MP3, radio, orologio digitale, telecomando e pellicola di sicurezza in PVC che mantiene saldo lo specchio da 5mm di spessore anche in caso di rottura accidentale.
E' un complemento d'arredobagno che racchiude in se design, tecnologia e comfort.


http://shop.outletarreda.com/bagno-lavanderia/specchi-da-bagno/specchio-h-70-cm-angoli-arrotondati-retroilluminato-a-led-con-antiappannamento-art-1139.html

Ecco un altro specchio dal design unico caratterizzato dalle linee morbide degli angoli arrotondati. La dotazione di serie comprende retroilluminazione a LED con una fila verticale per lato, antiappannamento, pellicola protettiva in PVC e fissaggio orizzontale/verticale.

http://shop.outletarreda.com/bagno-lavanderia/specchi-da-bagno/specchio-design-tondo-cm-60-con-lampada-fluorescente-e-antiappannamento-art-194.html


Specchio design tondo retroilluminato con lampada al neon, una rappresentazione perfetta del concetto di semplicità.
Lo specchio viene fornito con tutta la dotazione di base e quindi pellicola protettiva, interruttore a infrarossi, antiappannamento.
Questo specchio tondo dal design minimal è disponibile nelle due versioni con diametro da 60 o 90 cm.


http://shop.outletarreda.com/bagno-lavanderia/specchi-da-bagno/specchio-antiappannamento-con-ingranditore-e-illuminazione-art-199.html



Infine, ultimo ma non ultimo, lo specchio retroilluminato con ingranditore 3X incorporato.
Oltre a tutte le dotazioni di serie e alla doppia retroilluminazione con lampada al neon, questo specchio si caratterizza per la presenza di una sezione circolare in grado di ingrandire l'immagine riflessa.

giovedì 21 novembre 2013

A Natale regala il design made in Italy

Natale è vicino ed è tempo di pensare ai regali perchè poi, a prendersela comoda, finisce come ogni anno con la corsa frenetica degli ultimi giorni e così si perdono molte buone occasioni per fare un bel regalo e magari, perchè no, utile e originale.

La bellezza e l'orginalità dei prodotti di design italiano sono noti a tutti in tutto il mondo, gli unici che spesso sembrano non dare peso a tale bellezza o non ritenere i prodotti made in italy degni di nota siamo proprio noi, noi che in Italia siamo nati e/o cresciuti e ci siamo così abituati alla bellezza dei nostri prodotti che talvolta ce ne dimentichiamo.

Outletarreda ha selezionato per voi alcune idee regalo utili e dal design ricercato che saranno sicuramente apprezzate dai destinatari.
Una selezione di prodotti che si potranno ricevere fino a pochi giorni prima di Natale e che sapranno arredare le vostre case o quelle dei vostri amici e parenti con stile e originalità grazie alle forme ricercate e alle personalizzazioni cromatiche.

APPENDIABITI GRAFFETTA
Graffetta è un appendiabiti in metallo dal design decisamente orginale che permette di arredare la parete d'ingresso della vostra casa con una soluzione colorata e divertente.
Disponbile in 11 colori con finitura opaca, si possono abbinare più graffette di colori differenti.



Graffetta appendiabiti giallo limone.

Tris di graffette appendiabiti in metallo vari colori.



BUGIA IN METALLO
Una bugia in metallo, un piccolo portacandela colorato dal design essenziale.
E' chiaramente un oggetto d'altri tempi che però non ha mai perso il suo fascino, legato soprattutto al calore della fiamma e al profumo della cera che brucia o di una candela aromatica, è qui riproposto in una versione minimalista in metallo laccato.

Bugia design minimal in metallo laccato rosso papavero.

Bugie in metallo vari colori.



APPENDINO IN ALLUMINIO
Design moderno per questo appendiabiti singolo da muro realizzato interamente in alluminio. Un pezzo singolo o un tris di appendini per arredare la zona ingresso con un accessorio di qualità.

Appendiabiti in alluminio design moderno.


APPENDINO IN PELLE COLORATA
Appendino in pelle tinta nei colori bianco, rosso o nero e gancio in metallo cromato. E' un articolo d'arredo che sa impreziosire la parete in cui viene installato, come pezzo singolo o in abbinamento ad altri appendini.
Stile e raffinatezza racchiusi in un piccolo oggetto funzionale.

Appendiabiti con supporto in vera pelle colore bianco e gancio in metallo cromato.


SPECCHIO DESIGN
Uno specchio dal design innovativo caratterizzato dal particolare bordo sagomato con forma irregolare. E' disponibile in due misure, più grande da 59 x 75 cm oppure nella versione più piccola da 40 x 50 cm. Si possono utilizziare sia come specchi singoli, per esempio sopra una consolle da ingresso, oppure creare delle composizioni personalizzate giocando con le infinite possibilità di accostamento.


Composizione di specchi design con bordo irregolare.



Composizione ingresso con specchi sagomati design moderno.


venerdì 15 novembre 2013

Ma tu sai cos'è la crisi?

Pillole di crisi nel settore del mobile:
  •  il sistema produttivo e distributivo del mobile, in Italia, è una macchina organizzativa enorme con centinaia di aziende che lavorano in perfetto sincronismo per costruire il singolo pezzo acquistato in negozio;
  • il rivenditore e il produttore del vostro mobile sono solo due componenti di questa immensa macchina organizzativa; 
  • eravamo abituati tutti a ricevere dalle aziende più di quanto fosse dovuto ma oggi non è più possibile, oggi le parole d'ordine sono efficienza, razionalizzazione, riduzione dei costi;
  • anche le aziende sane possono fallire perchè la macchina produttiva ha bisogno che tutti gli ingranaggi funzionino perfettamente, basta un solo "pezzo" rotto per mandare in frantumi tutto il sistema;
  • gli effetti collaterali della crisi sono rappresentati da: ritardi nelle consegne, maggiori difetti di fabbricazione, danneggiamenti durante il trasporto, mancanza di ricambi, fallimenti improvvisi.

Basta un solo ingranaggio rotto e l'intera macchina produttiva si blocca.

La crisi che stiamo vivendo ormai da diverso tempo ha cambiato tante cose, si è ridotto l'utilizzo delle automobili che sono state rimpiazzate dalla bicicletta o dai trasporti pubblici, la spesa al supermercato si è fatta più essenziale e sono cresciuti gli acquisti self-service che permettono di ridurre il prezzo di approvvigionamento dei prodotti.

Ovviamente tali cambiamenti, che possiamo vedere e toccare con mano ogni giorno, sono solo la punta dell'iceberg perchè dietro agli scaffali dei supermercati, dietro le immagini da catalogo, dietro alle infinite proposte di vendita ci sono sistemi di produzione complessi composti da decine o centinaia di interlocutori e attori che devono lavorare in perfetto sincronismo e che dipendono gli uni dagli altri.

Tali dinamiche sono presenti in modo più o meno accentuato in tutti i comparti produttivi ma qui, con questo post, vogliamo spiegarvi cosa succede nell'industria del mobile perchè vivendo quotidianamente a stretto contatto con i nostri clienti, da un lato, e i nostri partner/fornitori, dall'altro, ci siamo resi conto che il consumatore finale fatica a comprendere le dinamiche e la complessità del momento e non percepisce gli enormi sforzi che le imprese stanno mettendo in opera, ormai da diversi mesi, per mantenere gli elevati standard qualitativi ai quali eravamo abituati prima della crisi.


TANTI, TANTISSIMI, PERFETTAMENTE SINCRONIZZATI

Innanzitutto bisogna comprendere l'enormità di attori coinvolti, ogni mobile è composto da centinaia di elementi, ciascuno dei quali è realizzato da aziende specializzate e poi assemblato in modo da realizzare un prodotto finito ad uso e consumo del cliente finale, come un motore con centinaia di ingranaggi perfettamente coordinati.

Per praticità faremo l'esempio di una cucina cercando di sintetizzare il più possible senza tralasciare gli aspetti importanti.

All'inizio del processo produttivo ci sono le aziende specializzate nella produzione delle lastre di truciolare, in tutti gli spessori, in tutte le densità, idrorepellenti, ingifughi, idrofughi, antimuffa, ecc... tanti tipi di pannello per tanti utilizzi. A monte di chi costruisce i pannelli che c'è chi raccoglie e lavora il legno, vergine o riciclato, lo pulisce ed elimina i materiali inutili (parti di metallo, plastica, resine, ecc) per ottenere solo la parte del legno necessaria a creare dei pannelli di truciolare della qualità voluta.

I pannelli di truciolare sono poi nobilitati, tagliati, sagomati, bordati e imballati per il trasporto. Ciò significa che dopo essere stato costruito, questo pannello viene affidato alle "mani esperte" di chi lo riveste applicando una delle infinite materie di finitura. Infatti il pannello può essere nobilitato in melaminico, in hpl, in legno impiallacciato, in polimerico lucido od opaco, laccato, ecc.
E' evidente che per avere tutti questi materiali da applicare al pannello e avere cucine su misura moderne, di design o classiche ci saranno decine di aziende specializzate nella produzione di tali finiture. Avremo aziende specializzate nella produzione e lavorazione del melaminico (composto a sua volta da carte e resine speciali opache, lucide, antigraffio, effetto pietra, effetto legno, ecc), ci sarà poi chi è specializzato nella produzione del polimerico (opaco, lucido, in PVC o PET, effetto legno o colorato, lucido, opaco o effetto seta, antigraffio, ecc...), avremo poi chi è specializzato nella laccatura di questi pannelli che permette di creare i mobili moderni laccati lucidi od opachi negli infiniti colori disponibili. Decine e decine di aziende.

Per assemblare i pannelli è necessaria la ferramenta. Pertanto il produttore della vostra cucina dovrà acquistare la ferramenta e la colla da aziende specializzate nel produrre tali elementi. La ferramenta di un mobile è infinita perchè una cucina ha centinaia di viti, bulloni, spine, cerniere (90°, 180°, rallentate, non rallentate, a sgancio rapido...), guide dei cassetti,  reggipensili, ecc... che sono indispensabili per assemblare i singoli elementi i quali, altrimenti, non avrebbero forma e sostanza. Anche in questo caso è facilmente intuibile che ci saranno produttori diversi in grado di creare ferramenta diversa e quindi componenti più o meno robusti, più o meno costosi, più o meno tecnologici, più o meno pratici. Decine e decine di aziende.

A questo punto i pannelli della vostra cucina di truciolare idrorepellente nobilitati in polimerico lucido colore sabbia vengono assemblati con la ferramenta per creare le strutture della vostra cucina con i suoi bei ripiani interni, le schiene e la predisposizione per cassetti e cestoni con guide rallentate e spondine regolabili in acciaio.

Ora, per completare la struttura, mancano ancora i piedini regolabili e gli zoccoli che sono prodotti a loro volta da terze parti poichè ci si allontana dal campo del legno per immergersi in quello dell'alluminio e delle materie plastiche che necessitano di know-how e attrezzature adeguate.

Fin qui si è detto di tutto ciò che non si vede, ora invece tratteremo di ciò che si vede.

Il top, per via della sua posizione, è uno degli elementi più critici di una cucina e per tale motivo ne esistono di molti tipi ciascuno dei quali prodotto in vari colori e finiture.
Il classico e sempreverde top in laminato vede alternarsi nell'arco della sua produzione i produttori di truciolare, i produttori delle finiture e chi li rifinisce tagliandoli e preparando i fori per gli elettrodomestici.
Abbiamo poi i top in quarzo realizzati da aziende specializzate che lavorano questo particolare impasto per creare le lamine grezze che, a loro volta, saranno manipolate da chi è esperto nel taglio, posa e incollaggio di questo materiale. Chiaramente un conto è produrre un materiale da utilizzare come base di lavoro (quarzo, marmo, legno, truciolare...) altra cosa è lavorare questo materiale per trasformarlo in un top da cucina piuttosto che un complemento d'arredo o un bancone da bar.
Considerando che i top si possono realizzare anche in Corian, marmo, granito e legno lasciamo immaginare a voi quanti e quali interlocutori possano alternarsi attorno al piano di lavoro della vostra cucina.

Finalmente possiamo aprire il capitolo "Ante".
Per la grande maggioranza dei clienti che acquistano una cucina le ante sono la cucina. Solitamente si è portati a credere che tutto ciò che c'è dietro alle ante sia niente, non conti, non abbia alcuna importanza. Invece, come abbiamo cercato di spiegare sino ad ora, la cucina è composta prevalentemente da tutto ciò che non si vede e che fa la differenza.
Anche in questo caso la quantità di interlocutori che entrano in gioco nella produzione dei frontali di ante e cassetti è enorme. E' enorme innanzitutto perchè i frontali si possono realizzare in tanti materiali: truciolare, mdf, legno, vetro, vetro e alluminio, vetro ed mdf, per cui a tanti materiali corrispondono tanti produttori.
Ciascuna singola anta percorre lo stesso sentiero dei pannelli delle strutture, per cui avremo il  produttore dei pannelli grezzi (truciolare, mdf o legno), i quali saranno poi affidati a chi li nobilita che dovrà acquistare i rivestimenti dai vari produttori se si tratta di melaminico e polimerico. Le ante in mdf e legno vengono invece laccate e quindi ci saranno aziende specializzate nella trasformazione dei pannelli grezzi in ante le quali affideranno ai laccatori la lavorazione finale. 
Solo alla fine di questo lungo e tortuoso percorso le ante potranno giungere finalmente al produttore, il quale aggiungerà la ferramenta e le installerà sulla vostra cucina.

A questo punto la vostra cucina è pronta per essere imballata e consegnata.


ELETTRODOMESTICI

Una cucina non si compone solo di mobili per cui la stessa sorte con avvicendamenti, trasferimenti, lavorazioni, rifiniture e assemblamento finale vale anche per gli elettrodomestici. 
Elettrodomestici che hanno una catena distributiva a sè stante per cui hanno tempistiche di produzione e gestione del magazzino differenti dai mobili con conseguente rischio di disallineamento. Può facilmente capitare che siano disponibili gli elettrodomestici ma non ci siano ancora i mobili oppure ci sono i mobili ma non ci sono ancora gli elettrodomestici per poter completare la cucina.


I TRASPORTI

Ogni singolo passaggio indicato sino ad ora prevede un trasporto e ogni singolo semilavorato subisce quindi molteplici spostamenti per giungere finalmente a destinazione. Pertanto i tempi di produzione e la velocità con cui i prodotti vengono lavorati dipendono anche dai tempi impiegati per spostare la merce e quindi variabili come il traffico, il meteo, i blocchi della cricolazione, ecc, possono influire fortemente sulle tempistiche di produzione.
Si consideri poi che il trasporto del mobile ha problematiche specifiche dovute all'ingombro e alla fragilità della merce, per cui tali trasferimenti devono essere affidati a corriere specializzati nel trasporto di mobili.
Basta quindi che un camion, per esempio quello che trasporta le ante della vostra cucina, abbia un guasto meccanico o si trovi impossibilitato a circolare causa maltempo e tutta la vostra cucina subirà un ritardo.

OK LA CUCINA, MA TUTTO IL RESTO DELL'ARREDAMENTO? E IL MONTAGGIO?

Fin qui abbiamo fatto alcuni semplici esempi basandoci sul percorso produttivo di una cucina ma la stessa sorte e gli stessi tempi valgono per una mensola, un armadio, una camera completa, un divano, un mobile bagno. Ogni prodotto d'arredo è costruito grazie al lavoro congiunto di decine o centinaia di aziende.

Adesso pensate di dover acquistare un arredamento completo con cucina, soggiorno, divano, complementi, camera, reti e materassi. Per ogni singolo articolo entrano in gioco molteplici interlocutori, ciascuno con le sue dinamiche specifiche e i suoi subfornitori.
Solo alla fine, una volta che tutto sarà pronto, il vostro arredatore potrà organizzare la consegna e/o il montaggio.


E LA CRISI?

In tutto questo la crisi gioca un ruolo determinante!
Crisi significa margini di guadagno ridotti al minimo (o addirittura lavorare andando in perdita), margini ridotti significa che tutto deve essere ottimizzato al massimo per cui i camion si muovono solo se sono pieni, la laccatura inizia solo quando c'è un quantitativo minimo di prodotti da verniciare nello stesso colore, i macchinari che nobilitano i pannelli si attivano solo al raggiungimento di un quantitativo minimo di produzione, gli imballaggi sono ridotti al minimo indispensabile per contenere i costi, e così via.
La crisi fa sì che le aziende siano costrette a ridurre ogni giorno i costi di produzione, ad estremizzare oltre ogni limite ciascun passaggio produttivo con il risultato che basta un granello di polvere in questo enorme groviglio di ingranaggi per bloccare tutto.

La crisi genera quotidianamente fallimenti a qualsiasi livello e questo si ripercuote inevitabilmente sull'utente finale il quale è l'ultimo ingranaggio di un meccanismo enorme che in un periodo di "vacche grasse" riusciva a genereare benessere per tutti - dal cliente al produttore - e consentiva alle aziende di offrire ai propri clienti più di quanto fosse dovuto perchè c'era la possibilità di fare un favore, sostituire un prodotto non più in garanzia o creare composizioni su misura allo stesso prezzo di un mobile standard. Oggi tutto questo non c'è più, tutto deve essere razionalizzato, estremizzato, centellinato, non c'è più spazio per il superfluo!

La crisi, e la conseguente riduzione dei guadagni, genera fallimenti quotidiani a qualsiasi livello per cui nell'arco di tempo necessario per produrre un mobile può succedere che un fornitore intermedio di prodotti o servizi fallisca o non sia in grado di rispettare i tempi stabiliti con l'inevitabile conseguenza che il mobile ordinato dal cliente finale subirà un ritardo che può essere anche di alcuni mesi.

Questo succede indipendentemente dalla serietà e solidità del rivenditore o del produttore del mobile acquistato, in questo caso della cucina, perchè entrambi sono solo una microscopica parte del sistema produttivo e nulla possono contro i fallimenti quotidiani dei subfornitori, i ritardi dovuti alla mancanza di quantità minime per avviare una produzione o agli innumerevoli microritardi che si accumulano dall'inizio alla fine del processo in nome della massima efficienza.


CONSIGLI AL CLIENTE FINALE

Abbiamo ritenuto utile scrivere questo post per informare i consumatori finali i quali troppo spesso non comprendono gli enormi sforzi che tutte le aziende stanno facendo in questo periodo per fornire prodotti, servizi e assistenza regolari. 
La crisi c'è a tutti i livelli e genera quotidianamente rallentamenti, difficoltà di approvvigionamento e fallimenti. 

Più di tutto è importante capire che un'azienda sana può fallire o non riuscire a completare tempestivamente una produzione per cause che non hanno nulla a che vedere con l'azienda stessa ma sono il riflesso dei problemi patiti dai propri fornitori e quindi anche le imprese più sane, più organizzate, più efficienti potranno consegnare prodotti in ritardo o difettati a causa delle mancanze dei loro partner.
La cucina dell'esempio può essere pronta nei tempi, essere consegnata e montata, ma se mancano le maniglie questa risulta incompleta e inutilizzabile.

In conclusione ciò che deve essere chiaro alle persone che si apprestano ad acquistare dei mobili è che la crisi c'è e genera innumerevoli difficoltà che si tramutano in ritardi nelle consegne, difetti di fabbricazione, mancanza di ricambi causati dal fallimento dei produttori, danneggiamenti durante il trasporto dovuti a imballi sempre più risicati e trasportatori costretti a lavorare sempre più freneticamente.

Armatevi di pazienza e consapevolezza perchè a nulla serviranno le lamentele, il vostro rivenditore (sia esso Outletarreda, Tizio arredamenti, XY arreda srl, o chicchessia) è solo una piccola parte di questo complicatissimo ed enorme sistema produttivo.

lunedì 4 novembre 2013

Consolle allungabile da 50 a 311 cm diventa un tavolo per 10 persone


Citando il testo di una nota canzone di Lorenzo Jovanotti si potrebbe dire che il più grande spettacolo dopo il big bang sono le consolle allungabili, quelle che da chiuse occupano solo 50 cm e una volta aperte diventano grandi tavoli da pranzo lunghi più di 3 metri in grado di ospitare comodamente fino a 10 persone.

Le consolle allungabili rappresentano la soluzione ottimale per chi, avendo una zona living dalle dimensioni contenute, vuole utilizzare nel migliore dei modi lo spazio disponibile senza rinunciare al design e soprattutto senza appesantire l'arredo della stanza.

Consolle allungabile da 50 cm (foto a sinistra) a 311 cm (foto a destra).


Infatti le consolle allungabili sono progettate per essere ottimi mobili da ingresso quindi occupano poco spazio, si abbinano facilmente a specchi e appendiabiti e hanno un design leggero che le rende perfetti piani d'appoggio per telefono, soprammobili, vasi, ecc.
Allo stesso tempo sono però dei veri e propri tavoli allungabili con un sistema di allunghe per step che consente di trasformarle in grandi tavoli da pranzo in grado di ospitare fino a 10 persone nelle versioni maxi da 311 cm.

Facendo un confronto con i tavoli allungabili tradizionali si nota subito la differenza, infatti i tavoli allungabili in grado di raggiungere lunghezze superiori ai tre metri occupano circa 150-180 cm da chiusi, mentre quelli quadrati che da chiusi possono occupare 90 cm una volta aperti possono solo raddoppiare la loro lunghezza. Quindi in entrambi i casi avreste un tavolo troppo grande quando è chiuso e troppo piccolo quando è aperto.

Ciò che rende uniche e talvolta indispensabili le consolle allungabili è proprio l'elevata capacità estensiva che permette di ottimizzare lo spazio della vostra casa senza rinunciare allo stile e alla praticità, trasformandosi di volta in volta in mobiletto da ingresso o tavolo per le grandi occasioni in pochissimi minuti.

Le strutture sono in legno con laccatura a poro aperto o in metallo, con gamba quadra o tagliata a 45°, i top antigraffio possono essere in essenza o effetto pietra consentendo così la massima adattabilità a qualsiasi tipo di ambiente: moderno, design, classico.

Il video che presentiamo di seguito mostra la robustezza di queste consolle allungabili, nel caso specifico con struttura in legno ed estensione massima di 180 cm, che sono in grado di sostenere anche il peso di una persona. Vedere per credere!




giovedì 24 ottobre 2013

Nasce L'arredatore il nuovo magazine di mobili e design

E' nato L'arredatore, il nuovo magazine gratuito dedicato ai temi dell'arredamento, del design, della casa e del life style.

L'Arredatore è una rivista nuova, fresca e interattiva fruibile da tablet, smartphone e computer, la potete leggere a casa, in treno, alla fermata della metro o durante una meritata pausa caffè al lavoro... tutto questo senza spendere neanche un centesimo di euro.

L'arredatore vi offrirà un nuovo modo di intendere la lettura grazie a un layout semplice, privo di banner pubblicitari o distrazioni, che mette a proprio agio il lettore sin dalla prima pagina. Una lettura all'insegna del relax e della calma senza la frenesia tipica del mondo web dove pop-up e animazioni di ogni genere vi fanno passare la voglia leggere e vi portano altrove, lontano dai vostri interessi.

Ciascun articolo potrà essere commentato o condiviso con i vostri amici, questo vi permetterà di rendere più coinvolgente la lettura grazie anche alla possibilità di chiedere consigli e suggerimenti alla redazione o alla community di lettori.

All'interno de L'arredatore troverete articoli, post e immagini che riguardano il mondo dell'arredameno a 360° con particolare riferimento al design e una serie di approfondimenti sui temi più generici della casa e del vivere moderno.

... e adesso buona lettura!

L'arredatore è la nuova rivista gratuitadi arredamento, design e life style.

mercoledì 16 ottobre 2013

Oslo la cucina scandinava di Gicinque

Outletarreda vi presenta Oslo, la cucina dal sapore scandinavo di Gicinque, connubio perfetto tra design e tradizione.

La cucina Oslo si pone sul mercato come un prodotto dal design innovativo con linee nette che richiamano lo stile semplice degli arredamenti scandinavi (da qui il nome Oslo) con finiture in Rovere Tavolato, Rovere Scandinavo e Rovere Denver, abbinate a colori senza tempo come il bianco opaco o lucido, il Grigio fungo e il Grigio Stagno.

Nei dettagli questa cucina è un prodotto pressochè perfetto, infatti la produzione rispetta i dettami di Gicinque: elevata componibilità, ferramenta e componentistica di prim'ordine, cura del dettaglio, design innovativo.

Le finiture in Rovere Tavolato, Rovere Scandinavo e Rovere Denver, tutte ad effetto materico, sono il centro focale di questa cucina. Infatti è proprio il sapiente abbinamento di queste essenze - che racchiudono in sè un forte richiamo alla natura e al sapore antico - con il design minimal e i colori neutri tipici dello stile moderno, che permette di creare una cucina emozionale in cui la vista è stimolata dalle forme geometriche ricche di accostamenti pieno/vuoto, mentre il tatto si perde tra le venature dei tavolati rovere.
Aggiungiamo poi un top resistente in unicolor effetto pietra o legno e il gioco è fatto, la cucina dei vostri sogni è servita.

Sul piano tecnico le soluzioni sono molteplici, troviamo le versioni più moderne con gola orizzontale e verticale in alluminio abbinate ai pensili senza maniglia oppure nella versione più "morbida" con sinuose maniglie in metallo dal design leggero che disegnano sui frontali un tratto sottile.

L'elevata componibilità consente di creare di volta in volta una cucina su misura, unica, in grado di soddisfare appieno le richieste del cliente mantenendo un ottimo rapporto qualità - prezzo.
 

Cucina con isola in Rovere Tavolato


Cucina design con finiture in Rovere Denver e Bianco opaco

Cucina Oslo con gola in alluminio e finiture miste Rovere Scandinato e Bianco opaco






martedì 24 settembre 2013

Velvet il cristallo antigraffio di Bontempi

Bontempi ha trovato il giusto compromesso tra estetica e praticità con i nuovi piani Velvet in cristallo antigraffio.

Una innovazione di quelle che ti cambiano la vita in casa perchè se è vero che i tavoli con piano in cristallo sono bellissimi da vedere è anche vero che necessitano di un po' d'attenzione poichè  possono graffiarsi facilmente.
Per esempio arrivi a casa dopo una giornata di lavoro e appoggi le chiavi sopra il tavolo, appoggi un vaso in porcellana e poi lo sposti senza sollevarlo, il figlio piccolo gioca con le macchinine o i mattoncini sul tavolo... ecco queste sono tre situazioni tipo che possono rovinare il piano in cristallo.

Bontempi propone quindi il nuovo piano in cristallo antigraffio Velvet che è molto più resistente alle abrasioni e ai graffi, ha una finitura opaca ed è disponibile in vari colori laccati.

E' veramente un prodotto che ti cambia la vita perchè consente di "vivere" il tavolo molto più serenamente, senza troppe preoccupazioni e senza doverci dedicare troppe attenzioni: c'è un tavolo, usiamo il tavolo.

Noi di Outletarreda abbiamo testato in ufficio un campioncino cercando di graffiarlo con delle monete e con le chiavi di casa... il risultato è strabiliante! Nessun graffio.


Questo è il video ufficiale che Bontempi a preparato per raccontare i cristalli antigraffio Velvet... vedere per credere.

martedì 10 settembre 2013

Cucina su misura ad elevata accessibilità: una visione d'insieme.

La cucina ad elevata accessibilità è, secondo Outletarreda, una cucina su misura, ergonomica, esteticamente bella, robusta e accessibile anche nel prezzo grazie alla "formula outlet".

Progettare una cucina ad elevata accessibilità significa innanzitutto comprendere quali sono le esigenze specifiche del cliente, sia esso una persona anziana che magari preferisce avere molti punti d'appoggio per non affaticarsi troppo oppure un portatore di handicap che ha la necessità di lavorare tra i fornelli muovendosi su una sedia a rotelle.

In questo secondo caso è necessario, per esempio, prevedere uno spazio libero sotto il piano di lavoro per consentire il passaggio delle gambe, quindi il top dovrà essere fissato al muro alla giusta altezza e sagomato per avere molto piano di lavoro a disposizione stando fermi in un punto fisso.
I pensili saranno posizionati ad un'altezza più bassa in modo che siano raggiungibili facilmente da seduti e possono essere accessoriati con scompartimenti saliscendi che consentono di sfruttare al massimo lo spazio in altezza senza rinunciare alla comodità di avere tutto a portata di mano.
Un altro aspetto importante sono gli elettrodomestici, infatti è preferibile l'utilizzo di piani a induzione o in vetroceramica i quali hanno il duplice vantaggio di essere a filo del top, quindi è più agevole lo spostamento delle pentole, e non hanno fiamme libere che possono rappresentare un pericolo vista la vicinanza con viso e braccia.

Questi sono solo alcuni esempi degli aspetti che solitamente si considerano nella progettazione delle cucine ad elevata accessibilità ma in realtà le personalizzazioni vanno ben oltre e permettono effettivamente di cucire addosso al cliente la cucina grazie anche all'utilizzo di innovativi software di progettazione fotorealistica che ci permettono di creare un'immagine realistica dell'ambiente arredato già in fase di progettazione.

La progettazione con rendering fotorealistico offre al cliente la possibilità di valutare meglio alcuni aspetti pratici e la necessità o meno di alcuni accessori, ma consente anche di avere una visione d'insieme della cucina ad elevata accessibilità ambientata nella casa del cliente e permette di scegliere con maggiore consapevolezza i colori, le finiture e gli accessori per realizzare una cucina esteticamente bella oltre che funzionale.